Roma Coast to Coast, racconto di un’altra lunga passeggiata.

RomaCtC201

Il 5 aprile scorso ho camminato per 21 chilometri seguendo il percorso della Linea B della metropolitana, da Rebibbia a Laurentina, un anno dopo aver percorso la Linea A, come ho raccontato in questo post. Lo scopo era un progetto fotografico per raccontare le varie sfaccettature di Roma (di questo progetto potete vedere una selezione di scatti sul mio sito). Durante la camminata ho scritto alcuni appunti. Le note sono di poche righe, ma raccolte e messe insieme compongono un racconto sì frammentato, magari confuso, ma che in qualche modo rende l’idea di questa bellissima giornata tra le strade della mia città.

Continua a leggere

Pubblicato in aprile 2016, roma | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ritrovarsi e ripartire.

img_6407

Lascio la Francia con un raggio di sole bagnato da qualche goccia di pioggia. Ancora una volta dico arrivederci ad una città che per me, negli ultimi sette anni, non è mai stata soltanto una città. Normalmente verso la mia lacrima da viaggio ogni volta che me ne vado da qui, stavolta invece me ne vado tranquillo, felice per le persone che ho rivisto, contento per come siamo tutti cresciuti, maturati, per come teniamo in pugno le nostre vite, per come è bello ritrovarsi. Questa volta saluto la Francia con un dubbio sincero: non so davvero quando tornerò. Alla fine Parigi si è rivelata ancora una volta il mio piccolo angolo di felicità, ma purtroppo, anno dopo anno, sempre meno amici restano a vivere qui, e di conseguenza senza di loro le ragioni che mi spingono qui si affievoliscono sempre più.

Continua a leggere

Pubblicato in giugno 2016, parigi, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il peso dei miei pensieri.

img_6266

Ho fatto pace con me stesso e Parigi si è aperta a me grazie al sole e ai brindisi con i vecchi amici di un tempo. Cammino per ore e ore con il peso della mia borsa a tracolla, riempita da macchina fotografica, giacca e vari quaderni: sembra cose se cercassi di espiare delle colpe, è come se con il suo peso cercassi di rendere più reale il fardello dei miei pensieri. Per questo, dopo vari chilometri da Notre-Dame, mi sono fermato soltanto adesso in un bar di Belleville dove avevo già bevuto sei anni fa: ho i miei piccoli rituali, non lo posso negare.

Continua a leggere

Pubblicato in giugno 2016, parigi, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Hotel de Clermont.

img_6106

Montmartre di notte. Poche cose al mondo mi fanno tanto bene quanto questa collina dopo il tramonto. Una birra all’Hotel de Clermont, il mio bar preferito, il mio angolo “bohemien”, il mio piccolo paradiso personale, il mio posto delle fragole. Non ho intenzione di lasciar entrare né i bei ricordi del passato né le preoccupazioni del presente. Voglio solo godermi questo momento, la gioia di essere qui.

Continua a leggere

Pubblicato in giugno 2016, parigi, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’assenza.

img_6047

Quinta volta a Parigi. Torno a visitarla in estate, nella stessa stagione di quando ci ho vissuto, ma è passato tanto tempo, è tutto cambiato ormai e le emozioni mi sembrano sepolte sotto una montagna di polvere. Doveva essere una Parigi diversa questa volta, dovevo venire qui con lei, ma i colpi di sfortuna sembrano abbattersi su di noi proprio sul più bello e così, per le cose della vita, lei è rimasta a Roma e io, forse controvoglia, sono qui ugualmente. Invece di un viaggio romantico sarà un viaggio di lavoro, mi sono detto, ne approfitterò per scattare più foto possibili, farò in modo che questa partenza abbia un senso…

Continua a leggere

Pubblicato in giugno 2016, parigi, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Un processo di maturazione.

img_5696

In aeroporto, ancora una volta, solo come d’abitudine, in attesa dell’imbarco. Sensazione di un momento vissuto mille volte, ovunque, in ogni luogo. Quasi mai come oggi sono arrivato presto, ma le salite di Lisbona mi hanno sfiancato a tal punto da farmi andare in aeroporto prima del dovuto. Sarà una lunga serata, tre ore di volo, una di fuso orario da aggiungere, il pullman da Ciampino, il bus notturno da Termini a casa. Lunga serata…

Continua a leggere

Pubblicato in aprile 2016, lisbona, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Una città di arzilli vecchietti.

img_5609

Ultima giornata a Lisbona, nel tardo pomeriggio ci sarà un aereo che mi porterà ancora una volta indietro da dove sono venuto, nella mia amata Città Eterna. Sarebbero dovuti essere giorni di pioggia e tempesta mentre invece, a parte la breve parentesi a Belem, il sole mi sta letteralmente squagliando, anche se quando meno te lo aspetti arriva una raffica di vento freddo da questo enorme fiume oceanico che fa rabbrividire. Ho trovato un’altra bettola dove fermarmi a mangiare, con un signore portoghese al mio fianco e moltissime persone anziane sedute ai tavoli (e non penso di averne mai viste così tante tutte insieme in un ristorante). Sono il più giovane di tutto il locale ed essendo ultra-trentenne questo la dice lunga su dove sono capitato. Gli anziani portoghesi sono i più vivi ed arzilli che abbia mai visto in giro per il mondo.

Continua a leggere

Pubblicato in aprile 2016, lisbona, viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento